Tqwt “particolare” – LITTLE PIPE –
NON SOLO "A VALVOLE"
Sito di autocostruzione di apparecchiature audio
Volevo realizzare un TQWT da utilizzare come esempio di semplicità ed economicità, ma senza trascurare troppo l’ aspetto musicale, quindi : la versione diciamo “ estesa “ risultava essere ingombrante e di difficile realizzazione, in quanto ci sono profili non tutti a 90° che possono mettere in difficoltà chi vuole fare tutto da se come me, mentre in quella ‘ripiegata’ non sopporto quella specie di tubo di accordo che si viene a creare sulla bocca di uscita, quindi ho ripiegato semplicemente il “tubo” a metà, cosi che la superficie piccola si è venuta a trovare allo stesso livello di quella grande, quindi il risultato è una torre più corta, di qualche cm (cosa trascurabile), più profonda di qualche altro cm , ma con la bocca priva del suddetto condotto, quindi più fedele alla versione di Voight, la bocca è posizionata nella parte posteriore, cosa che ho quasi sempre preferito nei "reflex".
Tramite il programma ‘TQWT designer’ ( il programma l’ ho realizzato io, ma sia chiaro che non mi sono inventato nulla, non sono un fisico, ho solo raccolto le informazioni dalla rete e dalla rivista CHF ) ho tracciato le dimensioni di massima della cassa e poi le ho adattate alle problematiche reali della realizzazione nonché alla forma leggermente diversa dal TQWT classico.
La realizzazione è molto semplice, poco impegnativa sia per quel che riguarda la parte costruttiva,( è un parallelepipedo con una tavola di traverso internamente), che economica (ho utilizzato una coppia economica ma stupefacente di 100mm Monacor sp 60/8 e una coppia di vecchi e strausati, ma sempre graditi, md26c della Ciare).
click to enlarge
Schema crossover
www.abmade.it
Prova d’ascolto

Il suono è spropositatamente dinamico e possiede una gamma bassa profondissima, se rapportato al piccolo woofer utilizzato, non si può pretendere una pressione massima eccezionale ma è più che sufficiente per un’ uso in appartamento anche per l’ HT . Le percussioni sono riprodotte in maniera convincente, sembra di avvertire il colpo d’aria, la bocca posta posteriormente aiuta a mascherare eventuali “soffi” tipici dei diffusori aperti, anche se in questo caso, forse per la bocca ampia rispetto ad un reflex, non si sente alcun rumore (neanche utilizzando un segnale sinusoidale), lo smorzamento è buono, la gamma medio bassa, media e via via a salire sono ottime per gli altoparlanti usati (rapporto qualità prezzo esagerato) ma non si può pretendere certo lo stato dell’arte, soffrono di una “certa lentezza”, offrono comunque una buona scena ed un’eccellente profondità.
Il meglio di se lo rendono con la musica classica dove danno l’impressione di ricreare lo spazio necessario per l’intera orchestra ( e anche del pubblico ) con il suono dei timpani semplicemente grande.
piano costruttivo
click to enlarge
www.000webhost.com